Crea sito
                                                           Positivismo italiano

Positivismo italiano

 

(Appunti a cura di Jessica Magatti, studentessa della V D  del Liceo "B. Pascal" di Abbiategrasso)

 

ARDIGO’ (1828-1920)

Del positivismo italiano ne fanno parte Carlo Cattaneo, Giuseppe Ferrari e Roberto Ardigò.

                                                                                                                  └ Era un prete che abbandonò la Chiesa e

                                                                                                                     fu anche scomunicato; morì suicida.

La scienza deve studiare i fatti à aspetto positivista (dobbiamo considerare com’è il fatto è indipendentemente da noi); l’uomo fa un’opera di astrazione (che è una nostra costruzione di cui possiamo scegliere il grado di universalità, astraggo l’idea generale) che proviene dall’osservazione empirista dei fatti.

 

Egli distingue le scienze tra: -scienze speciali ▪psicologia, che studia il fatto psichico dal punto di vista individuale

                                                                     (comprende la logica e la gnoseologia);

                                                                    ▪sociologia, che studia il fatto psichico dal punto di vista comunitario

                                                                    (comprende l’economia e l’etica).

                                       -scienza generale ▪peratologia (peras = limite, dal greco) scienza che ci conduce al limite

                                                                    della conoscenza umana: riflette sui risultati delle altre scienze e mostra il

                                                                    limite delle nostre capacità. Per Ardigò oltre il limite c’è l’ancora ignoto

                                                                    (progresso indefinito dell’umanità), quindi sostiene che nulla dell’essere è

                                                                    inconoscibile à posizione positivista. (≠ con Spencer)

 

Differenza con Spencer sull’evoluzione: anche l’Ardigò è d’accordo con l’evoluzionismo di tutta la realtà, ma per lui questo processo va dall’indistinto al distinto, dunque all’origine vi non vi era una distinzione, che si è creata in seguito all’evoluzione, che non è il risultato di una razionalità divina, ma è qualcosa di meccanico.

*Opere: “Psicologia come scienza positiva”

            “Morale dei positivisti”

            “La concezione spenseriana dell’inconoscibile”

 

CESARE LOMBROSO (positivista italiano)

Egli portò avanti degli studi scientifici sulla delinquenza e sulla follia, dando un’interpretazione fortemente deterministica, scientifica.

*Opere: “L’uomo delinquente”

            “Genio e follia”

 

Sostenne che delinquenza e follia sono malattie accompagnate da precise caratteristiche somatiche:

-una scarsa dimensione cranica –fronte bassa –scarsità di peli –eccessivo sviluppo delle mascelle, degli zigomi à e queste caratteristiche somatiche sono trasmettibili. Egli ha una visione deterministica: le caratteristiche fisiche sono causa/dimostrazione di una possibile devianza che si può trasmettere ereditariamente.

 

CRITICHE: -con la sua visione qualcuno avrebbe potuto giustificare di essere un criminale: la persona è determinata dal

                 fisico, non dalla volontà;

                -si sofferma troppo sull’individuo e non sull’ambiente sociale.

 

Ebbe il merito di far nascere una visione non solo positiva nei confronti del deviante, ma anche di comprensione: la società comprende di più il deviante e cerca di aiutare a intervenire per prevenire la criminalità.

 

“Genio e follia” à individua una somiglianza negli atteggiamenti del genio e del folle. Questi studi pongono in stretta relazione lo psichico e il soma: la psiche dipende deterministicamente dal somatico. Uno era pazzo perché era accaduto qualcosa nel mondo fisico; Freud invece divise la psiche dal soma spiegando malattie mentali indipendentemente da ciò che accadde fisicamente.

 

home